ph. Rodolfo Tagliaferri

Torre di San Vincenzo : h 17.00-18.00 – INGRESSO LIBERO

IL GUSTO RITROVATO DELLE SARDINE DELLA FRIGGERA DI SAN VINCENZO

In anteprima assoluta, verrà presentata la realizzazione del progetto di recupero del gusto delle sardine della storica friggera di San Vincenzo, a cura e da un’idea di  Maurizio Dell’Agnello, giornalista della rivista Il Pesce, Rodolfo Tagliaferri, Presidente Circolo Fotoamatori San Vincenzo e Paolo Orazzini, ristoratore e produttore di conserve ittiche.

Con la partecipazione di Lorenzo Bientinesi, storico e scrittore.

A fine presentazione verranno offerti assaggi di sardine sott’olio “di friggera”

 

La Friggera di San Vincenzo

A cominciare dagli anni ’20, la Riviera della Costa degli Etruschi, cominciò ad essere interessata da un’attività che per diversi anni a seguire avrebbe rappresentato un’importante fonte di approvvigionamento alimentare, ma anche una valente risorsa economica: la pesca organizzata del pesce azzurro e la sua trasformazione in stabilimenti per la produzione di prodotti in scatola che presero il nome di “friggere”. La Famiglia della Gherardesca fu molto attiva in questo settore, avviando prima la friggera di Donoratico e poi quella di San Vincenzo, in funzione dal 1936 al 1944, come è stato ampiamente documentato nelle pubblicazioni di Vinicio Biagi, storico “documentarista ittico” del territorio, e da altre testimonianze che nel corso delle numerose manifestazioni che il Comune di San Vincenzo ha dedicato alla Primavera del Mare della Costa degli Etruschi, sono state messe in evidenza.

 

Ma come era il gusto delle sardine di friggera?

Alcuni documenti relativi alla storia delle friggere e le testimonianze dirette delle persone che vi hanno lavorato, hanno consentito di recuperare i processi produttivi che venivano seguiti dalle maestranze, fornendo la ricetta in base alla quale ha avuto seguito il “recupero” del gusto delle sardine di friggera del tempo che tutti avranno modo di riscoprire grazie agli assaggi realizzati da Paolo Orazzini, offerti a fine presentazione.

I prodotti ittici utilizzati per l’iniziativa saranno gentilmente messi a disposizione da Unicoop Tirreno.